Giornata di studio promossa dall’Ufficio Catechistico Nazionale

 

        Persone disabili, quali percorsi di «inclusione»?

 

        «Vogliamo approfondire, cioè l’inclusione delle persone disabili nei percorsi parrocchiali d’iniziazione cristiana, consapevoli che l’iniziazione cristiana è l’esperienza fondamentale dell’educazione alla vita di fede, non una delle attività della comunità cristiana, ma quella che «qualifica l’esprimersi proprio della Chiesa nel suo essere inviata a generare alla fede e realizzare se stessa come madre».

        Così si è espresso sabato 24 marzo don Guido Benzi, direttore dell’Ufficio Catechistico Nazionale, aprendo a Roma, presso il Campus Università Urbaniana (via Urbano VIII, 16), una giornata di studio, organizzata dal Settore Catechesi delle persone disabili.

        Su questo tema si è soffermata Anne Herbinet, pedagogista e responsabile nazionale del Settore per la Catechesi ai disabili della Conferenza Episcopale Francese, la quale ha condiviso ai partecipanti l’esperienza che vive in Francia e i percorsi messi in atto.